Nuova aggressione camorrista/fascista

Ieri sera intorno alle ore 20 un nostro compagno è stato riconosciuto e aggredito da due noti camorristi/fascisti (presenti anche durante gli scontri a Piazza Plebiscito il 7 maggio scorso). Colpito alle spalle appena si è girato per rispondere sono intervenute un’altra decina di persone legate ai due cammorristi/fascisti dal vincolo delle assunzioni clientelari. Insomma servi che soccorrono altri servi. Al nostro compagno sono dovuti essere applicati 3 punti all’esterno del labbro e 2 all’interno.
Ancora una volta, come sempre, non denunceremo i nostri aggressori. Fiducia in questo stato e nei suoi tribunali non ne abbiamo mai avuta e non saranno queste aggressioni a farci cambiare idea.
A parlare saranno le strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.